Politica

Il mio primo anno da Sindaco della Città più bella ed affascinante del mondo

Giovanni Macrì
Scritto da Giovanni Macrì

Il tempo vola e un anno è passato da quel fantastico 22 Ottobre 2018 che ha dato il via al mio Sindacato. Questo non sarà un resoconto delle attività svolte e di quelle programmate, ve ne parlerò in altra occasione, ora voglio lasciare protagoniste le emozioni.
Sono sensazioni personalissime e difficili da partecipare eppure il cuore mi dice che qualcosa, quel piccolo qualcosa che riuscirò a trasmettervi, devo condividerlo con Voi che avete consentito che questa, per me straordinaria, esperienza fosse vissuta.
Quella notte, che cedeva il passo all’alba, non la dimenticherò mai tanto forte e incontenibile la gioia mista ad euforia ma anche alla consapevolezza dello speciale fardello che da quel momento, e per qualche tempo, mi avrebbe accompagnato. Da subito la responsabilità del compito avviato mi ha piacevolmente invaso perché desiderata e ricercata per ambizione, un’ambizione molto particolare perché non strumentale a personalismi ma alla crescita della nostra bella Tropea e al bene di tutti noi, suoi cittadini.
Ci ho creduto fortemente e ci credo perché i tantissimi riscontri positivi, che da ogni parte hanno accompagnato l’operato del Governo che ho l’onore di guidare, mi gratificano dandomi coraggio ed energia.
In quest’anno impareggiabile della mia vita ho avvertito il calore e la vicinanza concreta di tanti, ho colto molti frutti e, soprattutto, pur assaporando la stanchezza di lunghe giornate che non conoscono sosta, ho sentito crescere dentro di me la voglia di ricominciare ogni giorno con più determinazione e speranza e soprattutto con sempre maggiore gioia nel cuore.
Sono felice di vedere ancor più bella la nostra meravigliosa Città perché impreziosita dalla voglia di esserci, di fare, di collaborare, partecipare, condividere di molti.
Tra le bellissime imprese realizzate la più bella rimane per me l’atmosfera fresca, giovane e pulita che si respira grazie al contributo di tantissimi: uomini e donne, giovani e meno giovani, Tropeani e non. Un passa parola non verbale, trasmesso dalle vibrazioni misteriose delle menti e dei cuori, ha realizzato il miracolo: una Comunità orgogliosa e fiera di sé che vuole andare avanti superando ogni ostacolo.
Ancora grazie agli Assessori e Consiglieri di Forza Tropea che, credendo fortemente nel Progetto Amministrativo e mostrandomi costantemente fiducia, stima e affetto, mi hanno affiancato con diligenza incessante e soprattutto con passione ed entusiasmo; grazie alla Minoranza Consiliare per il contributo assicurato in molte occasioni; grazie ai dirigenti, impiegati ed operai Comunali seri e operosi; grazie alla Polizia Municipale che ha superato carenze e disfunzioni per garantire un servizio di altissima qualità; grazie all’amministrazione provinciale e a quella regionale che mi ha aperto le porte e mi è stata particolarmente vicina a dispetto della mia appartenenza politica; grazie al Sen. Giuseppe Mangialavori col quale stiamo condividendo, insieme a tantissimi altri amministratori, un rinnovato modo di intendere la politica; grazie alla Proloco e ai Volontari che hanno festeggiato con me tutti i fine settimana dedicandosi alla cura amorevole del territorio; grazie alla Chiesa, alla Scuola, alle Forze Dell’Ordine, alla Protezione Civile, alle Guardie Ecozoofile, alla Consulta e alle Associazioni di Categoria, di Volontariato e di Promozione Sociale che, con la loro generosa dedizione, hanno concretizzato un’offerta sociale ed educativa variegata di eccellenza affiancando opportunamente l’opera amministrativa; grazie a Calabria Verde e soprattutto al Consorzio di Bonifica Vibonese per l’indispensabile supporto che ci ha fornito durante questo importante primo anno; grazie a tutte le aziende che a vario titolo collaborano con il comune; grazie ai Media che hanno dato risalto alle positività che insieme abbiamo conquistato; grazie a tutti i Cittadini di buona volontà che non sono stati con le mani in mano, alle Famiglie che si sono responsabilmente dedicate ai figli.
Carissimi, la strategia vincente è l’impegno condiviso, pur nell’opportuna e funzionale distinzione di ruoli, uniti continueremo la nostra strada, lo faremo a passo spedito, sensibili e pronti ad accogliere le critiche costruttive, incuranti delle provocazioni trappola che vorrebbero tarpare le ali alla buona volontà, sincera e appassionata, che muove dall’amore per la Città, nessuno potrà fermare il corso degli eventi se a determinarli è e sarà esclusivamente l’Interesse Collettivo. E allora: Forza Tropea nostra, Forza Tropea mia, sei la Città più bella del mondo e grazie a Te diventeremo tutti migliori!

Chi è l'autore

Giovanni Macrì

Giovanni Macrì

Avvocato, co-titolare dello studio Rombolà & Macrì, attualmente primo cittadino del Comune di Tropea e da sempre impegnato in politica. Ha rivestito l'incarico di segretario cittadino nei partiti di centro-destra, è stato consigliere comunale e provinciale.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.