Ambiente

Landro: “Puntualizzazioni inopportune” sui dati Arpacal

Antonio Landro
Scritto da Antonio Landro

All’inizio di questa lunga estate, inizio di una lunga e proficua stagione turistica, su iniziativa del comune di Parghelia e su territorio di quest’ultimo per competenza, è stato installato un mega cartellone pubblicitario. Su quel cartellone avrebbero potuto trovare posto le immagini dei posti più belli del territorio comunale. Ed è innegabile che il comune di Parghelia ne è sufficientemente ricco.
Su quel cartellone hanno però trovato posto due immagini, due icone a rappresentare e testimoniare due comunità e due cittadine limitrofe, confinanti, accomunati dai medesimi problemi e dalle medesime aspirazioni, dalle medesime scelte da compiere e un unico filo conduttore nell’interesse del territorio e delle comunità.
Turismo, tutele del territorio, tutela del patrimonio culturale, difesa del mare e delle strutture pubbliche e private ad esso collegate, spiagge, strutture balneari, porto, parcheggi e viabilità. Depurazione ed impianti di depurazione.
All’indomani dell’installazione del mega cartellone con le immagini di Parghelia e Tropea, qualcuno mi chiese sul significato di quella scelta.
Risposi che, pensare allo sviluppo della piazzetta o del vicolo del proprio paese, senza pensare ad uno sviluppo armonico dell’intero territorio, a servizi di qualità da garantire in ambiti sovracomunali, alla fine, saremmo tutti sconfitti o comunque vittime legate a quella logica municipalistica che non ci porterebbe da nessuna parte.
Era questo il senso del cartellone e del messaggio in esso contenuto!
Depurazione e impianti di depurazione. TROPEA E PARGHELIA sono serviti da un unico depuratore consortile. In esso confluiscono i reflui dei comuni di ZACCANOPOLI e DRAPIA.
Il funzionamento della piattaforma depurativa è stato di ottimo livello. A certificarlo sono i verbali di verifica del Nucleo Interforze della Procura della Repubblica datato 03/07/2019 e della Guardia Costiera e Arpacal del giorno 01/ agosto/2019.
Il mare in questo tratto di Costa degli Dei è stato cristallino e pulito. I parametri costantemente e abbondantemente entro i limiti di legge tant’è che TROPEA si è giovato del premio mare pulito del quale ne va orgogliosa la città di Tropea ma altrettanto Parghelia, perché, sicuramente, è stato fatto un eccellente lavoro di squadra.
Mare pulito a TROPEA e mare pulito a PARGHELIA dunque.
Nessuna invisibile e inesistente linea di confine è riuscita a separare e dividere quel mare e quei risultati!
Fino ad arrivare ad alcuni imprevisti ed imprevedibili accadimenti che , per alcune ore, hanno messo a dura prova l’Impianto di depurazione, rimasto nel frattempo, sempre consortile.
L’accidentale guasto alla rete Enel M/BT di alimentazione della cabina a servizio del depuratore, e, il violento nubifragio che si è abbattuto sula zona nella notte tra il 3 e 4 settembre, interessando pesantemente i torrenti La Grazia e Burmaria, hanno fatto sì che, a seguito di un controllo ARPACAL, nelle acque antistanti i torrenti su menzionati, i parametri previsti dal D.lgs 116/2008 risultassero fuori tabella.
E’ a questo punto che scatta il meccanismo delle puntualizzazioni inopportune. Il mare, che era tutto limpido e cristallino (merito di tutti) si divide, sempre attraverso quella linea di confine inesistente e invisibile, in pulito e sporco, pulito naturalmente il mio, sporco quello del vicino.
La stessa ARPACAL ,con nota del 09/09/2019, comunicava che i risultati dei prelievi effettuati il 06.09.2019, azzeravano completamente i risultati dei prelievi effettuati il giorno precedente.
Buon settembre a tutti sulla Costa degli Dei e nella acque stupende dei dintorni di Tropea.

Chi è l'autore

Antonio Landro

Antonio Landro

Ex dipendente delle Ferrovie di Stato oggi in quiescenza, è da tempo attivo in politica a Pargelia, dove è stato eletto sindaco alle ultime elezioni del 2018.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.