Attualità

Un Goal per le Vittime d’Odio e l’Uguaglianza nello Sport

In occasione della Giornata Europea per le Vittime dei Crimini d’Odio, 22 luglio, 3 team misti di calcio a 5 scendono in campo per commemorare le vittime dei crimini d’odio e promuovere l’uguaglianza nello sport, a cura dei giovani volontari di AICEM Calabria.

“In Campo Diversi Ma Uguali” è il nome dell’iniziativa organizzata dai volontari del progetto europeo ACTIV in Sport di AICEM che si svolgerà oggi, 22 luglio, alle ore 20.00 Parghelia (VV).
In occasione della Giornata europea per le vittime dei crimini d’odio, sarà organizzata infatti una partita di calcio a 5, presso il campetto della cittadina, a cui parteciperanno ragazzi, ragazze, uomini e donne di diverse età.
L’iniziativa, supportata anche grazie al contributo europeo Erasmus+ di ACTIV, intende replicare l’attività del progetto “In campo diversi ma uguali” promosso da Aicem, OPES Italia e la Federazione Italiana Calcio a 5, già sviluppata in altre regioni, con l’obiettivo di contrastare gli stereotipi e la violenza di genere nello sport e non solo. Una partita che è solo il primo passo di un percorso di riflessione con i giovani del territorio, finalizzato a contrastare la cultura della violenza ed annullare il divario di genere, partendo dall’ambito sportivo.
In questa manifestazione, l’AICEM ha trovato importanti sostenitori tra cui l’Amministrazione Comunale di Parghelia, patrocinatore delle serata, una rappresentanza dell’I.C. Tropea aderente al progetto ACTIV, l’ASD Academy Costa degli Dei e il CUS Cosenza Calcio a 5 Femminile che, dimostratisi sin da subito sensibili alle tematiche, hanno accolto a braccia aperte l’iniziativa.
Perché proprio il 22 luglio? La scelta della giornata non è casuale ma rappresenta una triste ricorrenza. Era il 22 luglio del 2011 quando un uomo vestito con l’uniforme della polizia si presentò sull’isola di Utoya dove alcuni ragazzi si erano ritrovati per fare un campo estivo organizzato dal Partito Laburista Norvegese. L’uomo aprì il fuoco sui presenti causando oltre 70 vittime. Anders Breivik, uccise chi aveva un pensiero diverso dal suo e cercava di portare avanti idee come l’inclusione sociale e la parità di genere.
L’avvenimento ha spinto il Consiglio d’Europa a individuare il 22 Luglio come Giornata Europea per le vittime dei crimini dell’odio, sottolineando l’importanza di ricordare e commemorare le vittime per prevenire e contrastare ogni forma di violenza.
Così, il 22 Luglio, a Parghelia, si gioca una partita importante. Una partita per vincere sull’odio e la discriminazione. I volontari di AICEM Calabria, i suoi sostenitori, giovani e meno giovani del territorio scendono in campo partendo dallo sport, come ambito che più di ogni altro ha il potere di unire, per dare insieme un calcio alla violenza e segnare il goal più importante: quello dell’inclusione.

Chi è l'autore

Avatar

Mariantonietta Rombolà

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.